Motorally, 2015

Stanza a tema, con calendario e commenti sulle varie gare e cavalcate che vengono organizzate in Toscana e fuori.
Rispondi
Avatar utente
adellam
Overdose da mulattiera
Messaggi: 1096
Iscritto il: 18/01/2011, 19:38
Contatta:

Motorally, 2015

Messaggio da adellam » 11/03/2015, 15:33

Il fine settimana del 14/15 marzo ricomincia da Scarlino, con una gara doppia. Ci saremo Idefix ed io, oltre agli amici del MC Valdera (qualcuno ogni tanto ci legge).

Quest'anno ho propositi ambiziosi, e cercherò di far meglio dell'anno scorso. Che poi significa finire senza penalità, visto che un anno fa ero arrivato ultimo :sm18: :sm26:
KTM 640 Adv
Ex KTM 950 Adventure (rubata)

Avatar utente
karakao
Amico del Tassello
Messaggi: 288
Iscritto il: 10/11/2012, 18:09
Località: Lucca(di la dal monte)

Re: Motorally, 2015

Messaggio da karakao » 11/03/2015, 20:48

Complimenti per l'impegno! Vedrai che con la tenacia che hai riuscirai nell'impresa.

Avatar utente
Bufalo
Gas! Gas!! Gasss!!!
Messaggi: 554
Iscritto il: 08/04/2011, 11:34
Località: Pisa
Contatta:

Re: Motorally, 2015

Messaggio da Bufalo » 13/03/2015, 20:52

Forza ragazzi!!!

Bufalo.
Alessandro Bufalini - Husaberg Fe550e '06 - Beta 525 '08 - Yamaha Xt660r '06 - Moglie napoletana '65

Avatar utente
karakao
Amico del Tassello
Messaggi: 288
Iscritto il: 10/11/2012, 18:09
Località: Lucca(di la dal monte)

Re: Motorally, 2015

Messaggio da karakao » 15/03/2015, 20:41

Aspettiamo il resoconto della gara

Avatar utente
Idefix
TP irrecuperabile!!!
Messaggi: 1676
Iscritto il: 17/09/2004, 0:26
Località: pisa

Re: Motorally, 2015

Messaggio da Idefix » 16/03/2015, 17:31

... siamo vivi ma acciaccati ... presto il report ;-)

Avatar utente
Bufalo
Gas! Gas!! Gasss!!!
Messaggi: 554
Iscritto il: 08/04/2011, 11:34
Località: Pisa
Contatta:

Re: Motorally, 2015

Messaggio da Bufalo » 16/03/2015, 20:04

Idefix ha scritto:... siamo vivi ma acciaccati ... presto il report ;-)
Evabe'... Se non c'e' sangue, non c'e' dramma e quindi divertimento... :sm19: :sm19:

Obbravi! Aspettiamo il report!!! :clap: :clap:

Bufalo.
Alessandro Bufalini - Husaberg Fe550e '06 - Beta 525 '08 - Yamaha Xt660r '06 - Moglie napoletana '65

Avatar utente
Idefix
TP irrecuperabile!!!
Messaggi: 1676
Iscritto il: 17/09/2004, 0:26
Località: pisa

Re: Motorally, 2015

Messaggio da Idefix » 17/03/2015, 1:18

Allora comincio io :-)

Tralascio la quantita' di difficolta' preliminari, diciamo che sia sul fronte di preparazione motorally che lavorativo che di salute familiare, tutte le cose minori che potevano andare male sono andate male, anche se per fortuna quelle piu' importanti non sono state intaccate. Tipo che chiudo il garage e mi si quasi spezza la chiave, pero' non si e' spezzata dentro la serratura e quindi poteva andare peggio, insomma parecchie al giorno di cose cosi' hanno allietato tutta la preparazione.

Il venerdi pomeriggio si partiva col camper di adellam e le moto sul carrello ed io ovv. avevo gia' il malditestino mio che sfocia in nausea, quindi l'ho raggiunto in extremis in macchina a scarlino solo quando sono stato meglio. Insomma fatte le operazioni preliminari il briefing e' alle 22, ora che finisce e ci mettiamo ad evidenziare le note del roadbook sono le 23, ora che finiamo e' l'una passata ... io gia' dalle 23:15 mi iniziavo a chiedere se tutto questo mi piace abbastanza da dedicarci un simile sforzo, ma ormai ero in ballo.

Si dorme 6 orine scarse, perche' alle 7 i pilotoni che partono alle 8:30 gia' provano i motori nel paddock dove siamo anche noi... adellam e' pilotone anche lui perche' ha fatto la licenza "vera" e partira' alle 10, io invece ho fatto la licenza "pipp.." ahem sport e partiro' tra gli ultimi alle 10:37

Pronti via, riprendendo confidenza con la strumentazione tento di far avanzare piu' di una volta il roadbook con l'interruttore del trip, mandando subito a puttane il chilometraggio, ma niente rispetto a quello che succedera' di li' a poco.

Con i tagli della Sport arrivo comodamente con 20min di anticipo alla prima speciale, che si mostra subito spettacolare ! Si parte in salita su una fascia tagliafuoco tipo quella della Faeta, pero' piu' larga, un poco meno impegnativa e molto piu' lunga, poi si scende si torna vicino alla partenza e si fa a cannone un'altra fascia tagliafuoco in salita ripida che sara' stata lunga 1km MERAVIGLIOSA. Guido con prudenza consapevole della forma fisica diciamo migliorabile (2 uscite in moto in 6 mesi, zero attivita' fisica da sempre, 20kg sovrappeso) avendo preventivamente giudicato scarsine le probabilita' di arrivare in fondo alla giornata ... quindi sto seduto per quanto possibile ed evito di affaticare in particolare gli avambracci ... diciamo al 70% della velocita' che avrei potuto tenere da "fresco". La prima speciale e' da ben 32km (!) quindi so che ci mettero' un'oretta e quindi l'importante e' arrivare in fondo senza esagerare. Per una decina di minuti va tutto strabene, finche' su un discesone molto sconnesso noto qualcosa che salta via dalla strumentazione e sballonzola attaccato al manubrio: la batteria del trip !! :sm26:

Mi fermo e mi dispero per qualche decina di secondi, realizzando che mai sarei riuscito a rifissarla dove era previsto stesse (e da dove invece era venuta via) ... valuto perfino la possibilita' di mettermela nel taschino del giubbotto ma avrei dovuto fare i successivi 20km di speciale sdraiato sul manubrio visto che il cavo era molto corto ed non mi sembrava ne' efficace ne' "onorevole" quindi tiro un tot di madonne, mi levo il casco, i guanti, prendo gli attrezzi e comincio a cercare una soluzione ... alla fine gli elastici fatti con vecchie camere d'aria che tengo sul manubrio mi tornano utili, riesco a fissarci saldamente la batteria e riparto ... miracolo, regge !

Solo che il trip si e' azzerato quindi non so piu' a che distanza ero arrivato ... i pochi altri piloti (~8) che erano partiti dopo di me sono ovv. gia' passati e realizzo di essere l'ULTIMO in prova speciale :blink: ... e chi seguo adesso fino alla prox nota ? beh insomma diciamo che grazie anche alle tracce altrui ed un po' di fortuna riesco a sbagliare solo 2 altre note ma poi mi rimetto in sesto e finisco la speciale.

A quel punto la classifica (cui remotamente uno aspira sempre anche se non lo ammette per dignita') e' gia' andata a meretrici, quindi proseguo relativamente rilassato ... a tenermi sul chi vive ci pensera' invece il trip che nel lungo trasferimento diverse volte si azzerera' da solo, segno che probabilmente fa male contatto. Ogni volta perde tutte le informazioni, quindi prima di ripartire bisogna riconfigurare la circonferenza ruota ed inserire un chilometraggio "con l'occhiometro", da affinare alla prossima nota (sperando di non sbagliarla). Un'ombra sinistra si allunga sulla navigazione nella prossima speciale <_<

Gia' che ci sono sbaglio platealmente una nota in trasferimento, destando sconcerto in un altro pilota del motoclub (di cui omettero' il nome) che assistera' (momentaneamente perso anche lui) alla mia decisione di tornare indietro alla nota precedente SBAGLIANDO SUBITO STRADA, arrivando a perdermi in poche decine di secondi in modo cosi' irrimediabile dal dover ricorrere allo spegnere il motore, togliermi il casco ed affidarmi all'udito per capire la direzione verso cui tornare ad intercettare il flusso di piloti, fermandone uno per chiedergli a che nota e chilometraggio eravamo arrivati (vergogna) :sm39:

Arrivo comunque alla PS2 (altri 32km ! diversi dai precedenti...) con una 20ina di min di anticipo, provo a tenere spento il trip per un po' come suggerito dal buon Trambusti ed a tentare una "imposizione delle mani" ai contatti, e la cosa funzionera' :) ... mi torna il buonumore ma a 2 min da quando tocca a me entrare in speciale mi arriva un whatsapp forte e chiaro da Montezuma, che mi ricorda che esiste e mi pensa. Valuto la possibilita' di mollare la moto davanti alla fotocellula e ripresentarmi con calma, ma non mi sembra onorevole dover dare poi delle spiegazioni, opto quindi per il partire e poi perdermi deliberatamente nel bosco durante la speciale, che affronto diciamo seduto "in punta di forchetta" :sm14:

Miracolosamente invece Montezuma si distrae e mi "grazia", quindi torno a pensare solo a guidare :whoop: La fatica pero' e' tanta e comincia anche un accenno di crampi.

Trovo ad un certo punto fermo in speciale il Pasqualetti (un mito) che si fuma tranquillamente una sigaretta, e valuto seriamente l'idea di iniziare a fumare anch'io :sm01: ... ma procedo ed arrivo in una mulattiera in forte discesa che finisce in una buca dalla quale si puo' uscire andando dritti (come fanno quelli che mi precedono) oppure girando a sx, come invece mi sembrerebbe segnalare (giustamente) il RB ... mi fermo allora sul bordo della mula per guardare meglio la nota ma il terreno dove appoggio il piede cede, sento che non posso piu' reggere la moto quindi la lascio appoggiarsi a terra ed io ci casco sopra a pera morta ... finendo seduto esattamente sul collettore di scarico ROVENTE, che vaporizza in una frazione di secondo il pantalone di tessuto sintetico sotto al quale c'e' la pellina delicata del mio fondoschiena :shock: ... la reazione e' da cartoon: in un attimo salto via dalla moto (lasciando immagino una nuvoletta sotto di me), finendo col rotolare giu' dal rimanente dirupo, sbattendo il fianco su un pietrone :wacko:

Mi vengono a soccorrere alcuni dell'organizzazione che mi hanno visto rotolare giu' (spero non abbiano visto tutta la scena) e mi aiutano a rialzare la moto, dopodiche' riparto pensando che tutto sommato mi e' andata bene perche' non ho nulla di rotto e che l'ustione per ora non mi fa troppo male quindi sara' solo superficiale ... pochi km dopo un tizio che avevo raggiunto mi casca davanti su una mulattiera ripida in salita, di quelle che se ti fermi non riparti :blink: ... nonostante la stanchezza allora tento il tutto per tutto sorpassandolo sul bordo rialzato della mulattiera, ma finisco con l'abbracciare invece un albero, mettendoci anche un po' per liberarmi dalla moto (stavolta niente collettore per fortuna). Insomma dopo un paio di minuti riesco a ripartire, a questo punto senza quasi piu' energie, e ma riesco in qualche modo a finire la speciale sbagliando una sola nota in modo plateale.

Arrivo quindi alla fine del giro con una decina di minuti di anticipo, alle 17 ... dopo circa 170km ed oltre 5h ore di guida offroad intervallate da tre soste di circa 15 min :shock:

Alla fine mi piazzero' circa 170esimo nell'assoluta, su 197 partenti, senza aver preso penalita'... diciamo che riuscire a finire era gia' una scommessa, riuscire a non essere ultimo e' grasso che cola.

Trovo all'arrivo il buon adellam, che ... ma questo ve lo raccontera' lui ;-)

Visto il mix di condizione fisica, scarsa affidabilita' della strumentazione, pioggia prevista per il giorno dopo, piu' varie altre cosette di vita privata, decido di tornarmente anticipatamente verso casa, senza fare anche la gara della domenica (alla quale ho poi visto che solo 11 dei 37 iscritti della mia classe - la sport - sono arrivati in fondo ... mi sa che ho fatto bene :blink: )

Avatar utente
adellam
Overdose da mulattiera
Messaggi: 1096
Iscritto il: 18/01/2011, 19:38
Contatta:

Re: Motorally, 2015

Messaggio da adellam » 17/03/2015, 18:50

Dunque.
Io non ho avuto nessun problema serio come Sergio, ma un po' di inconvenienti minori sì. Alla fine sono partito con gomme e mousse vecchie ed uno dei due trip non funzionanti, poteva andare peggio. In compenso abbiamo un camper col serbatoio d'acqua pieno e mezza bombola di gas per scaldare noi e l'acqua.
Viaggio da solo che Sergio ha i suoi tempi, nel paddock Valerio (il presidente del MC Valdera) e gli altri del motoclub mi hanno riservato lo spazio. Saluti, poi le verifiche amministrative. M'iscrivo al trofeo veterani (over 45); che significa proprio veterani e non vecchi, quindi non avrò ambizioni di classifica nemmeno lì. In realtà l'avrei fatto solo per poter usufruire dei tagli di percorso durante il trasferimento, che invece snobbo perché sono un cretino. Vinco la verifica fonometrica per la quarta volta su quattro gare.
Passo alle verifiche tecniche, nel frattempo sono andato a caccia del gommista che doveva esserci e invece non c'era, però era presente un altro (che poi sarà quello ufficiale per tutto il campionato): Sergio ha bisogno di cambiare la mousse posteriore. Io invece terrò le gomme che ho. Verifiche tecniche, nel frattempo arriva Sergio e comincia la trafila anche lui.
Cena, briefing e finalmente ci chiudiamo nel camper a evidenziare il roadbook. A letto dopo l'una, alle 7 di mattina c'è già chi accende i motori per scaldare la moto. È la prima gara, c'è gente con troppa adrenalina. O forse avrebbero troppa adrenalina comunque.

La partenza è prevista mezz'ora dopo rispetto al solito orario, quindi anche se sono nel gruppo degli agonisti parto comodamente alle 10. All'inizio me la prendo turistica, poi faccio due conti e realizzo che rischio di arrivare al CO fuori tempo massimo. Mi do una mossa e arrivo al limite, tre minuti prima dell'orario. Il trasferimento non è stato durissimo ma nemmeno semplice, e tutto off a parte i pochi Km iniziali. La speciale parte in modo spettacolare, con una tagliafuoco tutta rovinata completamente visibile dal punto di partenza. Punto di partenza che costeggiamo dopo aver girato per un paio di chilometri. Parto col mio passo lento, vedo che non faccio errori di navigazione e quindi progressivamente provo a spingere un po'. La navigazione continua a funzionare, qualche pilota mi supera ma mi sembra di avere un ritmo migliore rispetto all'anno scorso e soprattutto non sono spaventato ma mi diverto. La speciale procede bella, con le sue tagliafuoco ripidissime in salita e in discesa e qualche single track. I tratti in cui poter tirare un po' il fiato sono pochissimi. Verso i 2/3 del percorso ci si infila in un single track scavatissimo e sassoso che si attorciglia intorno agli alberi. L'anno scorso mi aveva sfiancato, quest'anno sembra andare meglio finché nello scendere da una roccia mi sfugge la moto. Sarebbe una caduta scema, ma picchio con le costole in una sporgenza e mi sembra di sentire un rumore sinistro di roba che si spezza. Mi rialzo, provo a respirare e sembra che il dolore non sia così drammatico anche se la botta è stata dura. Nel frattempo arriva uno dei ragazzi dell'organizzazione, con lui proviamo a disincastrare la moto ma non riesco a fare sforzi. Arriva il fratello, in due rimettono la moto sul sentiero. Ho anche rotto il parafango nuovo. Riesco a risalire e riparto, finisco il single track e continuo ad un ritmo decisamente meno brillante di prima :broken: :wacko:. Il dolore continua ad essere sopportabile e riesco a restare concentrato nella navigazione, la speciale finisce e proseguo nel trasferimento per il paddock. Anche questo bello intenso, e ora inizio a soffrire quando guido seduto. Arrivo con pochi minuti di margine, Valerio e la moglie mi cambiano il roadbook, rifornimento l'ho fatto per strada. Vorrei vedere un medico.
Vado al CO per non prendere penalità, poi rientro e chiedo all'organizzazione. I medici sono - giustamente - tutti lungo il percorso. Quindi riparto, provo a finire. Il trasferimento per la seconda speciale è lungho, sono 65Km da percorrere in due ore ed io ho già perso almeno 20 minuti. Poco asfalto, poi l'apoteosi: una mulattiera viscida tutta sassi e scalini (per chi lo conosce, immagini il sentiero dei 'gradoni' ma senza i tratti facili di raccordo, solo con i gradoni, leggermente meno impegnativi) che prosegue per oltre un chilometro. L'affronto un po' rassegnato, ogni volta che non posso stare in piedi - e succede spesso - sono bestemmie. Mi pianto un paio di volte ma riparto, la seconda volta mi cade la moto e, mentre la sollevo, inizio a chiedermi perché non mi sono ancora ritirato. Nel frattempo vedo gente con carter rotti e motori scoppiati. Finita la mulattiera il percorso diventa più scorrevole, ma non di molto. Riesco a tirare il fiato in qualche raro tratto asfaltato, poi di nuovo mulattiere e single track. Finché verso il trentesimo chilometro realizzo che non riuscirò mai ad arrivare al CO in orario. E il dolore comincia a farsi sentire, mi distrae e sbaglio un paio di note banali. Quindi alla prima occasione cerco l'asfalto e prendo la via del ritorno, che tanto la situazione potrebbe solo peggiorare.

Visto che i medici non si faranno vivi fino a fine gara, faccio (Valerio fa) un po' di manutenzione alla moto perché sia pronta per la domenica. Faccio anche cambiare gomma e mousse posteriore, che se già oggi in alcuni tratti faticavo, per domenica è prevista pioggia. Nel frattempo arriva Sergio, non si fa convincere a restare e quindi si riveste e si prepara a tornare a casa. Smonto la branda nel camper, ritiro il roadbook per la domenica, faccio un po' di spola con la direzione gara per capire quando arriveranno i medici finché una signora impietosita mi chiede il numero di telefono e mi fa sapere che mi chiameranno loro. Nel frattempo tutti i piloti rientrano, rientrano anche le scope, ma non mi chiama nessuno. Con Piero mi ripresento in direzione gara e la solita signora recupera un medico che mi visita al volo.
La prognosi è "forse la nona e decima costola sono rotte, forse no" :doubt: In realtà sostiene che senza radiografia non può esserne certo, ma secondo lui la frattura c'è perché al tatto le ossa sono dislocate. Mi dà un paio di pasticche di antinfiammatorio/antidolorifico, e intascate quelle vado al briefing. La descrizione della giornata mi stuzzica il senso di sfida, mentre il neurone mi dice che farei bene a non partire. Nel dubbio, mangio un po' di pizza e prendo la prima pastiglia.
Dopo un po' di tribolazioni riesco a trovare una posizione che mi permette di dormire senza soffrire troppo. Quando mi alzo tira un vento molto forte e minaccia pioggia, che comincerà a cadere prima dell'orario previsto per la mia partenza. Vado a riconsegnare il roadbook e a recuperare la licenza, la mia gara della domenica finisce ancora prima di cominciare. Sono un po' incazzato con me stesso per la caduta scema e un po' demoralizzato perché mi aspetta un mese di notti tribolate e di nullafacenza forzata che vanificherà gran parte dell'esercizio che avevo fatto durante l'inverno.
Guardo Valerio e Piero caricare le moto mia e di Sergio e posiziono il camper pronto per la partenza. Poi aspetto che i due piloti superstiti del motoclub arrivino dopo la fine della seconda speciale e cerco di dare una mano per quel poco che sono in grado di fare. Quindi saluto e riparto per casa. Il dolore non è ancora fortissimo, ma dalla serata comincerà ad aumentare il giusto. E la prossima gara è tra meno di un mese. Se andrà tutto bene riuscirò a salire in moto giusto il giorno della gara, se andrà meno bene rischio di partire per l'Hellas senza essere risalito in moto e senza aver fatto un po' d'esercizio. Il lato positivo è che la moto ha il motore praticamente nuovo, e resterà tale per un bel po' :).
KTM 640 Adv
Ex KTM 950 Adventure (rubata)

Avatar utente
karakao
Amico del Tassello
Messaggi: 288
Iscritto il: 10/11/2012, 18:09
Località: Lucca(di la dal monte)

Re: Motorally, 2015

Messaggio da karakao » 17/03/2015, 19:46

Azz, alla fine possiamo dire che almeno siete tornati (quasi) sani e salvi.

Avatar utente
adellam
Overdose da mulattiera
Messaggi: 1096
Iscritto il: 18/01/2011, 19:38
Contatta:

Messaggio da adellam » 18/03/2015, 11:53

Aggiornamento real time dal pronto soccorso: tre costole fratturate: 8-9-10.

adellam

Avatar utente
adellam
Overdose da mulattiera
Messaggi: 1096
Iscritto il: 18/01/2011, 19:38
Contatta:

Re: Motorally, 2015

Messaggio da adellam » 18/03/2015, 16:50

Ultimo aggiornamento: tre costole rotte, nessun altro danno. 30 giorni di riposo, dovrò saltare la seconda gara.
KTM 640 Adv
Ex KTM 950 Adventure (rubata)

Avatar utente
Bufalo
Gas! Gas!! Gasss!!!
Messaggi: 554
Iscritto il: 08/04/2011, 11:34
Località: Pisa
Contatta:

Re: Motorally, 2015

Messaggio da Bufalo » 18/03/2015, 21:48

Con Voi noi ci esco più'.
Fate cose troppo pericolose!! :)

Bufalo.
Alessandro Bufalini - Husaberg Fe550e '06 - Beta 525 '08 - Yamaha Xt660r '06 - Moglie napoletana '65

Avatar utente
Idefix
TP irrecuperabile!!!
Messaggi: 1676
Iscritto il: 17/09/2004, 0:26
Località: pisa

Re: Motorally, 2015

Messaggio da Idefix » 19/03/2015, 0:52

adellam ha scritto:Aggiornamento real time dal pronto soccorso: tre costole fratturate: 8-9-10.

adellam
... quest'uomo il giorno dopo voleva disputare un'altra giornata :shock:

Avatar utente
adellam
Overdose da mulattiera
Messaggi: 1096
Iscritto il: 18/01/2011, 19:38
Contatta:

Re: Motorally, 2015

Messaggio da adellam » 20/03/2015, 9:47

Il video della PS1 di sabato: http://www.youtube.com/watch?v=-3DxEl94fTI.
Il single track dove sono caduto è al Km 20, il tratto più lento di tutti :sm26: :sm01:

E questo il video della PS1 di domenica: http://www.youtube.com/watch?v=c2LWv_vSjTw
KTM 640 Adv
Ex KTM 950 Adventure (rubata)

Avatar utente
karakao
Amico del Tassello
Messaggi: 288
Iscritto il: 10/11/2012, 18:09
Località: Lucca(di la dal monte)

Re: Motorally, 2015

Messaggio da karakao » 20/03/2015, 22:50

Bufalo ha scritto:Con Voi noi ci esco più'.
Fate cose troppo pericolose!! :)

Bufalo.
:sm20: :sm20: :sm20: :sm20: :sm20: :sm20: :sm20:

Avatar utente
Idefix
TP irrecuperabile!!!
Messaggi: 1676
Iscritto il: 17/09/2004, 0:26
Località: pisa

Re: Motorally, 2015

Messaggio da Idefix » 17/04/2015, 19:42

Resoconto della gara di Gemmano, 12 aprile.

Stavolta sono andato solo, il buon adellam si sta leccando le ferite di Scarlino e cosi' non ho nessuno da affliggere con le mie peripezie dell'ultimo momento e lamentazioni di tutto quello che mi fa fatica.

Laggiu' poi c'erano gli altri del motoclub, ovviamente, ma diciamo che rispetto alla volta precedente, per me e' stato un po' come partire per il giro del mondo in solitaria. Anche perche' per arrivare a Gemmano grosso modo ci vuole altrettanto ... via autostrada mi tocca di trattenere i cavalli della fiammante Uno, perche' col carrello il limite e' 80 kmh e non si arriva piu'. Allora decido di fare il passo del Muraglione, cosi' nel mezzo ci schiocco anche una bella trattoria.

Arrivo quindi sabato pomeriggio e riesco a sbrigare con calma le questioni amministrative e le verifiche tecniche. Anche stavolta non mi tocca la verifica fonometrica ... pero' nel retrocranio mi frulla il timore che il silenziatore, pur originale, non sia abbastanza silenzioso ... quindi vado a contrattare con il tizio della fonometrica una misurazione "unofficial" su base volontaria, e ... non sono a norma, lo dicevo io ! Insomma l'ho fatta franca sinora, ma per la prossima bisogna che silenzi lo scarico in qualche modo.

Torno comunque bello tranquillo in albergo, soddisfatto per essere riuscito a fare tutto per tempo anziche' in extremis come la volta precedente (che praticamente per me la prova speciale e' iniziata venerdi a pranzo, tutta una tirata sino a sabato sera) ... al punto che a momenti mi dimentico del briefing, poi per fortuna anche il trambusti mi da' un reminder ed evito di pagare subito pegno.

Ritornato in albergo saluto un tizio che mi sembrava una vecchia conoscenza di quando avevo fatto un'altra stagione di motorally, un paio di secoli fa ... poi a cena i compagnucci di motoclub mi rinfrescano la memoria: e' Graziani, una cinquantina di titoli italiani vinti (praticamente due all'anno !) ... ancora in attivita' :sm01:

La cena e' piuttosto buona ed abbondante, in un attacco di "salutismo" (memore del montezuma della volta precedente) decido di non esibirmi nella "scarpettata" delle fiamminghe che tristemente riprendono la via della cucina senza essere state vuotate ... ma questa volta voglio essere al mio meglio (sempre considerando 20kg di sovrappeso e zero allenamento, s'intende).

L'indomani mi presento con calma al via e tutto fila liscio, c'e' subito la PS1 che e' un breve fettucciato che faccio senza esagerare, poi trasferimentone sino alla PS2 dove arrivo con una decina di minuti di anticipo, scoprendo che in diversi invece faranno fatica ad arrivare per tempo, complice anche la necessita' di cambiare il roadbook (molto voluminoso, richiedeva 1 o 2 sostituzioni).

La PS2 e' da ben 40km ... parto bene, viaggio tranquillo con un ritmo decente ma dopo pochi km in un singletrack nel sottobosco c'e' l'ingorgo ... fermo almeno 5min ad aspettare di ripartire (mi sono sembrati un'eternita') poi finalmente si sblocca ed arrivo su un pratone in quota dove ci sono letteralmente decine di moto sparse OVUNQUE che vanno in tutte le direzioni. Mi perdo quasi subito anch'io, pero' riesco a rimanere abbastanza freddo e scelgo una direzione di "salvataggio" che si rivelera' discretamente buona, portandomi fuori dal "pascolo" in circa 5minuti ... poi si riprende con sterrati e sentieri abbastanza scorrevoli dove mi diverto ABBESTIA e tengo un ritmo decente, arrivando alla fine speciale in circa 1h32 (con mezz'ora di distacco dai primi, ma tant'e'). Poi altro trasferimentone in cui gia' mi cominciano dei bei crampi che mi terranno compagnia sino a fine giornata (anzi, sino al mercoledi successivo), paddock, e si riparte.

PS3 di nuovo nel fettucciato dove incappo nel punto piu' difficile della giornata: per arrivare all'ingresso del fettucciato bisogna fare 200m su un prato in lieve pendenza, che le precedenti piogge ed il passaggio dei piloti ha trasformato in un campo di calcio saponato: scendo tragicamente con entrambe le ruote frenate e ferme, e tutti e due i piedi a terra, scivolando immobile dentro un solco sino alla fine del pratone :blink: ... a quel punto il fettucciato lo faccio alla "pura sopravvivenza", badando solo a non finire in terra.

Poco dopo inizia la PS4 che e' breve ma si preannuncia come "motaio" ... infatti dopo neanche un terzo di strada incappo insieme agli altri dannati della sport in un nuovo "tappone" in salita che stavolta portera' all'annullamento della speciale per la nostra categoria, visto che i solchi sono diventati impraticabili.

Fine giornata, rimetto la moto sul carrello ed in altre 6h compresa la sosta alla solita trattoria sono a casa.

Risultato ? 25esimo della Sport, su 59 partenti ... per me e' come una vittoria :sm07:

Avatar utente
Bufalo
Gas! Gas!! Gasss!!!
Messaggi: 554
Iscritto il: 08/04/2011, 11:34
Località: Pisa
Contatta:

Motorally, 2015

Messaggio da Bufalo » 17/04/2015, 22:50

Sei una bervaaaaa!!!

Avatar utente
karakao
Amico del Tassello
Messaggi: 288
Iscritto il: 10/11/2012, 18:09
Località: Lucca(di la dal monte)

Re: Motorally, 2015

Messaggio da karakao » 19/04/2015, 23:34

Mitico Sergio! Chissà con qualche giorno di allenamento cosa riusciresti a fare!

Avatar utente
adellam
Overdose da mulattiera
Messaggi: 1096
Iscritto il: 18/01/2011, 19:38
Contatta:

Re: Motorally, 2015

Messaggio da adellam » 20/04/2015, 11:30

La voce del paddock è che sia pagato dai pilotoni per non allenarsi.
KTM 640 Adv
Ex KTM 950 Adventure (rubata)

Avatar utente
karakao
Amico del Tassello
Messaggi: 288
Iscritto il: 10/11/2012, 18:09
Località: Lucca(di la dal monte)

Re: Motorally, 2015

Messaggio da karakao » 21/04/2015, 13:54

adellam ha scritto:La voce del paddock è che sia pagato dai pilotoni per non allenarsi.
:sm18:

Avatar utente
Idefix
TP irrecuperabile!!!
Messaggi: 1676
Iscritto il: 17/09/2004, 0:26
Località: pisa

Re: Motorally, 2015

Messaggio da Idefix » 23/04/2015, 1:38

adellam ha scritto:La voce del paddock è che sia pagato dai pilotoni per non allenarsi.
... visto che sei PILOTONE anche tu (http://hellasrally.org/starting-list/), presumo tu sia ben informato :sm20:

Avatar utente
adellam
Overdose da mulattiera
Messaggi: 1096
Iscritto il: 18/01/2011, 19:38
Contatta:

Re: Motorally, 2015

Messaggio da adellam » 07/09/2015, 13:31

Il 12/13 settembre ci saranno le ultime due gare della stagione. Questa volta il motivatore è stato Sergio, che si è iscritto alla gara di domenica. Io invece le farò entrambe.
Dovremo arrivare fino a Castel di Sangro, sarà lunghetta :).
KTM 640 Adv
Ex KTM 950 Adventure (rubata)

Rispondi